Perché scegliere cosmetici bio?

Perché scegliere cosmetici bio? Previous item Riconosciamo la...

Perché scegliere cosmetici bio?

cosmetici biologici sono cosmetici formulati utilizzando prodotti agricoli che provengono da agricoltura biologica, senza l’impiego di organismi geneticamente modificati e rispettando un elenco di sostanze non consentite.  Anche se non esiste ad oggi uno standard europeo relativo alla certificazione dei cosmetici biologici, i vari disciplinari redatti dagli enti che rilasciano le certificazioni, presentano delle linee guida comuni riguardo agli ingredienti consentiti, alle sostanze vietate e ai trattamenti fisici e chimici ammessi e non ammessi nella cosmesi biologica.


Cosa contengono i cosmetici biologici

Le categorie di ingredienti di un cosmetico biologico sono suddivise in:

  • ingredienti naturali
  • ingredienti di origine naturale
  • acqua
  • additivi

Gli ingredienti naturali comprendono le sostanze di origine vegetale, animale e minerale ottenute senza trasformazioni chimiche mentre gli ingredienti di origine naturale sono sostanze di origine vegetale, animale o minerale trasformate con procedimenti chimici autorizzati dagli standard di certificazione biologica.

Gli additivi comprendono i conservanti, i regolatori di pH, le fragranze e gli ingredienti che servono a rendere il prodotto più stabile, sicuro e gradevole.

Perché un cosmetico possa essere considerato biologico, almeno il 10% in peso sul totale degli ingredienti della formulazione finita deve essere certificato biologico (ad esclusione dell’acqua) e gli additivi non devono superare il 5% sul totale degli ingredienti.


Sostanze vietate

I prodotti cosmetici certificati biologici devono rispettare disciplinari molto rigidi in cui vengono indicate le sostanze ammesse e le sostanze vietate nella formulazione del cosmetico.

Gli ingredienti vietati nei cosmetici biologici sono più di quattromila e tra questi troviamo:

  • Siliconi e derivati siliconici
  • Ingredienti che provengono da coltivazioni OGM
  • PEG e PPG
  • Chelanti EDTA e sali derivati
  • Composti etossilati
  • Composti che possono dare origine a nitrosammine
  • Polimeri acrilici
  • Filtri solari chimici
  • Derivati dell’alluminio e del silicio di origine sintetica
  • Oli minerali
  • Benzene
  • Esano
  • Propilene Glicole
  • Butilene Glicole
  • Glicerina di origine animale
  • Sostanze di origine petrolchimica
  • Ingredienti trattati con radiazioni ionizzanti e irradiazioni con elettroni
  • Coloranti di origine sintetica
  • Profumi di sintesi o profumi naturali modificati chimicamente
  • Alcuni ingredienti di origine animale come collagene e placenta
  • Sostanze che possono provocare danni ambientali ed ecologici

Il divieto di inserire tali sostanze rende i prodotti biologici più sicuri, così da poter essere utilizzati anche dalle donne in gravidanza.


Certificazione dei cosmetici biologici

I cosmetici biologici, così come gli alimenti biologici, vengono certificati da appositi enti autorizzati che rilasciano una certificazione dopo apposite verifiche e controlli; la certificazione dei cosmetici non è obbligatoria, viene rilasciata dietro domanda dei produttori ed è a pagamento.

A differenza dei prodotti alimentari, per i cosmetici non esistono un unico standard europeo e un marchio comune che aiuti i consumatori a riconoscere immediatamente un cosmetico biologico: ogni ente adotta il proprio disciplinare e rilascia il proprio marchio.